Jacopo Cerutti è il migliore degli Italiani (7°), ottavo Alessandro Botturi, 12° Maurizio Gerini  Elementi chiave

  • Con 2 vittorie di tappa e un 3° posto Xavier De Soultrait è in testa all’Afriquia Merzouga Rally
  • Tomas Kubiena e il team spagnolo Delfi Sport Medero – Martin vincono rispettivamente nei quad e SidebySide
  • La gara è la giro di boa e per i piloti diventa fondamentale risparmiare le energie e la moto. Il supporto dei coaches per i meno esperti diventa fondamentale.

Tappa 3 Liaison 0 km SS3 175 km

La terza tappa dell’Afriquia Merzouga Rally presentava 2 anelli con una partenza in comune per moto e SidebySide. Le moto e i quad si sono sfidati prima nell’anello esterno, mentre i SxS erano impegnati in quello interno per poi scambiarsi per il 2° giro. Una tempesta di sabbia ha reso molto impegnativa la parte finale della corsa, riducendo di molto la visibilità.

Xavier de Soultrait (Yamaha) ha aperto la pista e ha condotto buona parte della speciale in testa prima di essere ripreso da Gerard Farres (Himoinsa Racing) che lo ha poi superato in una zona di dune a pochi chilometri dall’arrivo. Farres ha vinto davanti ai piloti Yamaha Caimi e De Soultrait. Tra gli italiani 7° Jacopo Cerutti, 8° Alesandro Botturi, 12° Gerini.

Jacopo Cerutti: “Sono partito tranquillo, concentrato sul road book. E’ stata una bella tappa. Questo è il mio primo Afriquia Merzouga Rally, mi aspettavo un livello alto a livello piloti, ma non una navigazione così difficile”.

Alessandro Botturi: “Ero partito bene, ma al km 71 ho avuto difficoltà con un way point ed ho perso almeno 20 minuti. Un vero peccato perché avevo recuperato 3 minuti su De Soultrait e Farres. Mi consola il fatto di avere un bel passo e non era scontato dopo la brutta caduta di gennaio alla Dakar. Mi sento molto bene sulla moto e questo è ciò che conta”.    

La vittoria dei quad è andata a  #150 Tomas Kubiena.  Il pilota della repubblica Ceca vanta oltre 10 anni di esperienza nei quad, una Dakar e ritorna all’ Afriquia Merzouga Rally dopo la bella esperienza dello scorso anno. Secondo  Simon Vitse, terzo Nicolas Cavigliasso.

Nei SxS bella prova del team spagnolo Medero – Martin del Delfi Sport (#210) che si sono aggiudicati la tappa , davanti a Henrichy-Bersey e Tonetti-Roman.

E’ stato un altro giorno impegnativo per  i coaches Giovanni Sala e Jean Brucy, sul percorso in supporto dei piloti con meno esperienza.

Dichiarazione del giorno:
#3
Gerard Farres: “Ho spinto per riprendere de Soultrait e alla fine l’ho passato- Sono contento di aver recuperato. Il terzo posto alla Dakar mi ha tolto un peso, adesso mi diverto!”.

Road to Dakar
Jack Lundin (#87 HT Husqvarna Rally raid): “In Canada faccio motocross, ma a livello amatoriale. Il rally è la mia passione e il mio hobby. Cercavo il modo migliore per allenarmi per la Dakar e l’ho trovato”.

Consiglio del Coach
Giovanni Sala: “la gara è ancora lunga, l’imperativo è risparmiare le forze e la moto soprattutto in vista della tappa marathon di domani”

Curiosità: Afriquia Merzouga Rally, promotore dello sport responsabile

Ancora quest’anno e come nella tradizione della Dakar, l’Afriquia Merzouga Rally dimostra il suo forte impegno nello sport responsabile. Tra le numerose azioni ambientali intraprese in collaborazione con la Federazione Turistica di Taouz, sono stati collocati diversi contenitori della spazzatura nel bivacco e alla partenza/arrivo  oltre ad una equipe di pulizie.

L’organizzazione sta inoltre utilizzando 2 generatori solari, mentre per spostarsi nel bivacco lo staff usa le moto elettriche Tacita. In aggiunta, Afriquia ha messo a disposizione diversi tappeti ambientali nei punti di distribuzione del carburante.